Contenuto principale

L'Ulivo che verrà

Ignazio Assumma* e Lazzaro Alfano**
*Consigliere Comunale di Napoli dei Repubblicani Democratici
**Consigliere Provinciale di Napoli dei Repubblicani Democratici

Da Il Mattino – domenica 18 dicembre 2005

La nuova legge elettorale rischia di frantumare il sistema politico italiano e di renderlo del tutto instabile. Per questo motivo i Repubblicani democratici ritengono fondamentale rafforzare una vasta area politica che comprenda le culture e i partiti di ispirazione socialista-riformista, cattolico-democratica e liberal-democratica.
Nel rafforzare il loro impegno per la costituzione del nuovo Ulivo, ossia di un nuovo centrosinistra organico e riformista, i Repubblicani democratici ritengono quanto mai opportuno che sensibilità affini si riuniscano in un unico e nuovo soggetto politico, come quello che si va costruendo con tanti liberali, con cattolici di ispirazione sturziana e cittadini desiderosi di rafforzare la componente liberaldemocratica di questa vasta coalizione.
I Repubblicani democratici si propongono di lavorare, nei mesi che ci separano delle elezioni politiche ed amministrative, alla costituzione di un programma realmente alternativo all’attuale maggioranza di governo, in grado di risanare e rilanciare lo sviluppo del paese e di contribuire altresì al rinnovamento, nella continuità, delle Amministrazioni locali chiamate, in un momento così difficile, ad interpretare le esigenze reali dei cittadini.
 
È cominciata ufficialmente ieri la campagna elettorale dei Repubblicani Democratici che fanno capo a Giuseppe Ossorio. Il partito del quadrifoglio, « già riferimento del centrosinistra in tutte le istituzioni campane », ha presentato con un convegno dal titolo, « L'Ulivo che verrà», la candidatura di Ernesto Paolozzi al Consiglio comunale. Insieme all’assessore repubblicano al Comune Alfredo Ponticelli, alla manifestazione è intervenuto anche il sindaco Rosa lervolino. Il primo cittadino nel suo intervento ha voluto sottolineare l'impegno dei Repubblicani Democratici invitandoli a continuare nella loro attività politica. « Avete - ha detto il sindaco lervolino - i valori giusti per questa citt à e troverete il vostro spazio».