Contenuto principale

Question Time al Ministro dello Sviluppo Pier Luigi Bersani

Di Giuseppe Ossorio
Vicepresidente Commissione Bilancio della Camera
 
Riportiamo il Question Time di Giuseppe Ossorio a Pier Luigi Bersani, Ministro dello Sviluppo Economico. I problemi dello sviluppo economico del Mezzogiorno dovranno essere presi in seria considerazione dal Governo Prodi. 
In tal senso, il Vice Presidente della Commissione Bilancio Giuseppe Ossorio, intraprenderà una serie di iniziative parlamentati per rappresentare la persistenza di una questione meridionale da non contrapporre alla questione settentrionale caratterizzata da problemi ben diversi.
 
Iniziative a salvaguardia dei livelli occupazionali 
dell'Avio di Pomigliano d'Arco - n. 3-00285
PRESIDENTE. L'onorevole Ossorio ha facoltà di illustrare la sua interrogazione n. 3-00285
 
GIUSEPPE OSSORIO. Signor Presidente, onorevole ministro, non è certamente agevole ricostruire le vicende dell'Alfa Avio di Pomigliano d'Arco, in particolare della divisione revisioni civili. Di certo, però, sono passati solo pochi anni da quando l'Alfa Avio di Pomigliano d'Arco revisionava motori per gli Stati Uniti, per paesi fuori dal circuito dell'Unione europea; oggi, invece, a quanto pare, sarebbe rimasto soltanto un tipo di motore da revisionare. 
Non è necessario dire a lei, signor ministro, che L'Alfa Avio rappresenta un centro d'eccellenza nel settore, per anni competitivo a livello internazionale. Bisogna dire che, però, negli ultimi tempi vi è stata disattenzione da parte delle politiche governative, quindi vi è la necessità che il Governo di centrosinistra dia nuovamente impulso a tutte le numerose e forti capacità tecnologiche ed organizzative. 
Desidererei sapere dal signor ministro cosa intende fare il Governo per non far perdere un ulteriore centro d'eccellenza al paese.
 
PRESIDENTE. Il ministro dello sviluppo economico, Pier Luigi Bersani, ha facoltà di rispondere.
 
PIER LUIGI BERSANI, Ministro dello sviluppo economico. Signor Presidente, l’Avio è uno dei fondamentali operatori aerospaziali italiani ed è presente in grandi programmi nazionali ed europei concernenti il campo spaziale e motoristico. Tra l'altro, si tratta di un'azienda che nel suo sviluppo ha avuto spesso e giustamente l'appoggio, il sostegno della programmazione pubblica. Oggi, per un’area d'attività di quest'azienda - lo stabilimento di Pomigliano d'Arco che, fin qui, ha operato nella manutenzione dei motori dell'MD80 (Alitalia) - si è determinata, come ricordava il collega, una situazione di criticità. Negli ultimi mesi, non è stato rinnovato il contratto d'affidamento di queste attività perché, a seguito di una gara, l'assegnazione è andata ad un'altra ditta.
Voglio rassicurare l’onorevole Ossorio che noi ci siamo attivati immediatamente attorno a questo non semplice problema ed abbiamo in corso con l'Avio — la quale, recentemente (come il collega saprà), è passata sotto il controllo della Cinven, un altro fondo d'investimento - un confronto sul piano industriale dell'azienda che dovrà contenere anche una verifica per individuare delle soluzioni produttive ed occupazionali adeguate per i lavoratori interessati a Pomigliano. Questi incontri e queste verifiche stanno procedendo e mi riservo nelle prossime settimane di dare comunicazione sugli esiti di questo lavoro che mi auguro possa portare a qualche apprezzabile soluzione.
 
PRESIDENTE. L’onorevole Ossorio ha facoltà di replicare.
 
GIUSEPPE OSSORIO. Signor Presidente, intervengo molto brevemente per ringraziare per la nota sensibilità il ministro Bersani e per sottolineare come la chiusura di quello stabilimento - noi speriamo che ciò non accada - porterebbe ad una contestuale perdita di occupazione che interesserebbe ben 400 unità operative di altissimo livello professionale.
Voglio soltanto dire al ministro che questa è l'occasione per usare l’Alfa Avio come metafora per la politica del Mezzogiorno, che io immagino sia cara al Governo di centrosinistra. Nel napoletano vi sono stati centri smantellati in continuazione, momenti di grande efficienza e di grande forza penetrativa nei mercati internazionali che ora non vi sono più a causa di un apparato industriale smantellato. Spero che il Governo di centrosinistra sappia dare indicazioni forti in tal senso sin dalla prossima legge finanziaria.