Contenuto principale

Napoli sotto scacco della criminalità. Quali proposte dalla politica?

Editoriale dell'11settembre 2006

Di Giovanni Occhiello
Portavoce di Italia dei Valori – Campania
 
Questo il tema di una conferenza stampa che si tiene martedì 12 settembre prossimo, alle ore 17,30, nella sede dell’Italia dei Valori a Napoli, in Via del Carretto, 26. Saranno presenti: il senatore Nello Formisano, segretario regionale dell’Italia dei Valori e capogruppo al Senato, e l’onorevole Giuseppe Ossorio, commissario cittadino IDV e vicepresidente commissione bilancio della Camera.
“Il Ministro degli Interni, Giuliano Amato – dichiara l’onorevole Giuseppe Ossorio - nella riunione  di domani con Antonio Bassolino, Rosa Iervolino e Dino Di Palma è chiamato dall'opinione pubblica napoletana ad esercitare tutta l'autorità dello Stato per contrastare gli atti di criminalità quotidiana che si verificano a Napoli, considerando anche la possibilità dell'intervento dell'Esercito se dovesse perdurare in città il clima degli ultimi giorni. 
Napoli  è nella morsa della criminalità e, sembra, soccombere. Una lotta che ogni giorno si fa sempre più cruenta. L'indulto approvato dal Parlamento ha ulteriormente aggravato le condizioni dell'ordine pubblico. Condivido – prosegue Ossorio – l'amarezza delle considerazioni  del Procuratore antimafia, Pietro Grasso.
Gli ultimi, efferati, episodi di sangue sono un richiamo alla coscienza a cui dobbiamo, immediatamente, rispondere. Il ruolo della politica, che dovrebbe essere quello di proporre soluzioni e mettere in campo iniziative decise, segna il passo; e l’imbarazzante silenzio, riflette una povertà di idee la quale finisce col marcare ancora di più il divario tra amministratori e cittadini.
L’Italia dei Valori – prosegue il commissario cittadino- propone, ancora una volta, il recupero morale e civile della città che non può prescindere dall’affermare la legalità applicando le leggi esistenti. E’ inconcepibile il tasso di tolleranza riscontrabile a Napoli, che finisce col ripercuotersi sui napoletani perbene, che sono la maggioranza. Oltre a rappresentare quel “tappeto” sul quale prospera il malaffare, nutrimento della piccola e grande criminalità.
Il nostro partito invoca da tempo, e non solo nei momenti ritenuti emergenziali, una “tolleranza zero”; ovvero il rispetto delle leggi e il contrasto a tappeto di tutte le forme di illegalità che ogni giorno si consumano nelle nostre vie. Una piaga che si ripercuote negativamente su ogni forma di sviluppo a cui la città punta.
Il coraggio dei rappresentanti politici è quello di proporre e sostenere con forza iniziative, anche apparentemente impopolari, ma che siano solo e unicamente a beneficio del cittadino. Noi dell’Italia dei Valori vogliamo che la legalità a Napoli si viva quotidianamente. I napoletani, ne siamo certi, condivideranno le nostre scelte.
Il confronto – conclude Giuseppe Ossorio – ed una sana concertazione, anche trasversale, non ci crea alcun problema visto che il fine ultimo è nell’interesse della collettività. La lotta alla criminalità,  non può avere alcuna appartenenza politica”.