Contenuto principale

I nodi della politica

Primo vertice dei segretari della Grande alleanza ma sulla lista unitaria posizioni ancora distanti
De Mita: “Bassolino decida presto, bisogna pensare ai programmi”

Tratto da Il Mattino – sabato 6 novembre 2004 – pag. 27

di Francesco Vastarella

 

I segretari dei partiti del centrosinistra campani: Fausto Corace - Segretario regionale dello Sdi, Ciriaco De Mita - Segretario regionale de La Margherita, Giuseppe Ossorio - Segretario regionale dei Repubblicani, Gianfranco Nappi Segretario regionale dei Ds.
 
“Se il Presidente Bassolino pensa di candidarsi Ë opportuno che lo dica perché bisogna discutere sul come, sulle modalità e sui programmi”. Stuzzicato sulle sollecitazioni di Massimo D'Alema al governatore, anche il segretario regionale della Margherita, Ciriaco De Mita, insiste affinché Antonio Bassolino sciolga la riserva. Ma De Mita lo fa soprattutto per un obiettivo che insegue da due anni: regole dell'alleanza e riequilibrio di poteri giunta-consiglio. De Mita, parlando ieri a Villa Pignatelli per la presentazione del libro “Da un secolo all'altro”, scritto con Biagio De Giovanni e Roberto Racinaro, ha fatto cenno “a un manifesto della nuova politica” che sta preparando con un gruppo di professori dell'università di Salerno.
» un momento particolare per il centrosinistra, anche se ci sono parole rassicuranti sul vertice di ieri dei segretari campani dei partiti che fanno riferimento alla Federazione dell'Ulivo e alla lista unitaria, Ds, Margherita, Repubblicani, Sdi. In Campania la componente demitiana della Margherita non vuole la lista unitaria. Poi, ci sono i nodi della legge elettorale le e del restrizioni regionali al condono nazionale, argomento sul quale ieri, i capigruppo di maggioranza hanno rinviato le decisioni a lunedì.
Ma torniamo alla lista unitaria. Ieri, nella sede della Margherita in via Santa Brigida a Napoli, la prima prova della Grande alleanza democratica. Intorno allo stesso tavolo Fausto Corace, segretario Sdi, De Mita, Gianfranco Nappi, segretario Ds, Giuseppe Ossorio dei Repubblicani. “Un vertice senza grandi aperture e senza grandi chiusure”, dicono. Il commento ufficiale affidato invece a un comunicato: “Valutazione positiva. Definito un primo appuntamento di approfondimento sui temi istituzionali e sulla legge elettorale per il 15 novembre. Ribadito l'impegno per il varo dello Statuto”.
La proposta di un confronto “per dare un primo concreto segnale di unità” era stata avanzata da Ossorio. E Nappi ha aggiunto la richiesta di “invitare al confronto tutte le altre forze del laboratorio campano del centrosinistra”. Nappi incalza: “Importante che ci sia stata la riunione, la prima del cantiere della federazione dell'Ulivo. Poi, discuteremo di come presentarci alle Regionali. Importante la presenza di Ossorio, principale rappresentante campano della cultura repubblicana e liberaldemocratica e che fin dall'inizio è stato con il centrosinistra e ha scelto di partecipare al gruppo costitutivo della Federazione”.